Icone russe agli Uffizi

Artrotter's Blog

Come ogni anno per il periodo delle festività , la Galleria degli Uffizi organizza, presso le Reali Poste una mostra di opere poco o mai visti.
Quest’anno il focus è sulle icone “grecomosche” inventariate da epoca lorenese, esposte fino al ‘700e poi collocate in altre strutture museali e che ora tornano in galleria grazie all’apertura di nuovi spazi del progetto Nuovi Uffizi.
Esposte circa 80 icone, su tavola, datate dalla fine del XVI secolo fino alla prima metà del XVIII secolo, di scuola russa.
Qui “La decollazione del Battista” di bottega moscovita.

Bottega%20moscovita,%20Fine%20del%20XVI-%20inizio%20del%20XVII%20secolo,%20Decollazione%20del%20Battista,%20inv.%201890                                Decollazione di Battista, bottega moscovita, fine del XVI-inizio del XVII secolo
Pur legata ai modelli della coeva bizantina, l’icona russa sviluppa un linguaggio pittorico proprio e un marcato uso del colore.
La tradizione russa colloca le icone sia all’interno delle chiese sia ad uso “domestico” . In questo caso le dimensioni si riducono pur mantenendo una notevole importanza…

View original post 55 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: